Rito potentissimo per legare un uomo

Occorrente per l’Incantesimo:

  • Sette fogli di carta pergamena.
  • Un pennarello rosso.
  • Un pennarello nero.
  • Ago e filo rosso.
  • Una pentola di rame.
  • Alcool e fiammiferi.
  • Un bicchiere di latte di mandorla.

L’Incantesimo:

  • Il rituale dev’essere svolto all’aperto, e possibilmente al chiaro di luna (luna crescente o piena!).
  • Usando il pennarello rosso scrivete sui sette fogli il nome di battesimo dell’uomo a cui desiderate fare il legamento d’amore.
  • Girate i sette fogli a 90° e usando il pennarello nero scrivete sopra il nome dell’uomo il vostro nome (per intenderci: i due nomi, uno sopra l’altro, devono formare una croce).
  • Fate passare ago e filo sui sette fogli, in modo tale da ottenere una sorta di ghirlanda, e legate bene le estremità (i fogli non devono potersi staccare uno dall’altro!)
  • Mettete la “ghirlanda” così ottenuta dentro la pentola di rame e ricopritela di alcool (senza esagerare, giusto per poter bruciare il tutto).
  • Accendete il fiammifero e gettatelo dentro la pentola (attenti a non appiccare un incendio!).
  • Mentre il contenuto della pentola brucia recitate questa formula magica per tre volte: “Oh Grande Madre del Cielo e della Terra, Luna che illumini la notte, io ti invoco e ti supplico di ascoltare la mia preghiera! Che il cuore di (nome) bruci per me. Che la passione lo inondi e che il suo desiderio il mio scongiuro fecondi. Rendilo schiavo dei suoi nuovi pensieri. Pensieri d’amore per me. Tre volte innamorato. Tre volte pazzo d’amore per me!” 
  • Sotterrate il tutto e offrite un bicchiere di latte alla terra come libagione.

Contenuti correlati:

18 commenti su “Rito potentissimo per legare un uomo”

  1. buongiorno fante di denari vorrei chiederti se il foglio girato di 90 gradi sarebbe sempre lo stesso ma girato e il nome per formare una croce sarebbe uno messo in orrizontale e uno in verticale? si fa una sola volta? grazie come sempre e cari saluti

    • No, questo rituale va svolto all’aperto e al chiaro di luna, così come specficiato. Inoltre in tutti quei riti in cui si prevede di bruciare qualcosa è sempre meglio farli all’aperto o in luoghi sufficientemente areati, e naturalmente con le dovute precauzioni e facendo attenzione a non bruciarsi o bruciare qualcos’altro involontariamente. Buona giornata.

    • Buongiorno, dopo aver compiuto un rituale bisogna dimenticarlo e lasciare che le cose si evolvano naturalmente. Naturalmente non è facile, me ne rendo conto, ma la brama del risultato limita moltissimo il manifestarsi degli effetti desiderati. Pertanto personalmente eviterei “potenziamenti” o altro, ma con pazienza attenderei dei risultati senza pensarci troppo. Saluti.

    • Meglio di no, il balcone non mi sembra un luogo consono per questo genere di pratiche. Se non hai possibilità di svolgerlo all’aperto potresti optare per qualche altro tipo di rituale. Mi sembra l’idea migliore. Saluti.

Lascia un commento